Blog: http://magdiallamfanclub.ilcannocchiale.it

In viaggio con Magdi

Nessuno di noi si è mai buttato in politica prima e nessuno di noi ha mai avuto un blog. Ci è voluto un uomo di pace e di democrazia venuto da lontano, che ha saputo amare l'Italia più di molti che hanno il passaporto in tasca solo  perché sono nati qui.
Alcuni di noi hanno aderito al Manifesto "Per l'Occidente", altri invece hanno interpretato alcuni dei punti come se fossero un po' ambigui.
Il messaggio di Magdi Allam invece è chiaro e non lascia nulla al caso.
Questo ultimo libro è l'approdo naturale della nave partita con il "Diario dall'Islam", questo eroe del nostro millennio ci  ha preso per mano fin dalle prime pagine facendoci prima entrare nella sua storia personale, una storia che ci ha regalato quel gioiello di cui questo paese dovrebbe essere orgoglioso.
L'Italia onora solo i suoi eroi caduti, ma Magdi Allam è come Quattrocchi, solo che grazie a Dio è vivo e scrive delle cose bellissime. Fabrizio Quattrocchi magari avrebbe scritto dei libri della sua esperienza col terrorismo mussulmano, ma mai come li sa scrivere Magdi Allam che è anche il miglior giornalista italiano.
Tutti parlano di Ayan Hirsi Ali e di altri stranieri quando il mussulmano più moderato del mondo ce lo abbiamo noi.
Per questo motivo lui, Magdi Allam è riuscito a convincerci a impegnarci in politica. Anche col suo sacrificio per consigliare Berlusconi e Pisanu solo per vedere nominati nel Ministero i terroristi dell'UCCOI.
Noi crediamo in certi valori che sono gli stessi di Magdi Allam e per questo diffonderemo con questo blog e ovunque andremo, anche a fare la spesa o a scuola o in ufficio, le sue parole d'amore per la nostra Italia che è anche diventata la sua.
Nota bene. E' la prima volta che facciamo un blog e lanciamo anche noi un appello nel nostro piccolo, qualcuno ci può spiegare come si aggiungono immagini, filmati, citazioni, banner?

Pubblicato il 10/6/2006 alle 10.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web